Estetica Medica    LASER CO2 FRAZIONATO

DA 10 A 20 MINUTI

Registrati per conoscere prezzi e offerte. Registrati ora.

Non solo ringiovanimento cutaneo, ma lotta ai principali inestetismi della pelle con il laser CO2 frazionato. Un unico strumento per dire addio a rughe, macchie, cicatrici, smagliature e molto altro ancora

Le rughe hanno le ore contate grazie all’impiego del laser CO2 frazionato (o frazionale) in estetica. Questo dispositivo, infatti, permette di agire in profondità, configurandosi persino come una possibile alternativa al lifting. Scopriamo di cosa si tratta, più nel dettaglio.
Come già anticipato, il laser CO2 frazionato ha una grande varietà di utilizzi e in particolare può essere usato per risolvere alcuni tra i più odiati inestetismi cutanei:

- Rughe;

- Macchie;

- Pori dilatati;

- Cicatrici da acne;

- Fotodanneggiamento;

- Lassità cutanee;

- Melasma o cloasma;

- Smagliature.

Il laser CO2 frazionato in alcuni casi viene impiegato anche per la rimozione di nevi e verruche e nel ringiovanimento vaginale.
Sebbene, quindi, questo tipo di laser frazionale possa essere utilizzato su tutto il corpo, il suo terreno d’impiego ideale è senza dubbio il volto. In particolare, il laser frazionato CO2 è considerato un fiore all’occhiello nel campo del ringiovanimento del viso (o facial rejuvenation).

Infatti, questo particolare raggio laser è il nemico numero uno dei segni dell’invecchiamento o di quelli causati da un’eccessiva esposizione solare. Non solo è in grado di attenuare drasticamente le rughe sottili, le macchie e le piccole cicatrici, ma agisce in profondità con effetto rigenerante e liftante della cute. Cosa significa?
In pochi giorni il viso apparirà più fresco e giovane, grazie ad una pelle più liscia, tonica e luminosa. Questo ovviamente purché il trattamento venga effettuato da personale medico specializzato con apparecchiature certificate.
Tra i trattamenti più richiesti negli ultimi anni c’è senza alcun dubbio il ringiovanimento della zona occhi. Specchio dell’anima, l’area perioculare può tradire più di ogni altra il passare del tempo o i segni di stanchezza e affaticamento. nche in questo caso il laser agisce sia sulle rughe che circondano gli occhi, sia sulle porzioni di cute cadente o poco tonica che conferiscono allo sguardo un aspetto stanco e triste. Grazie al CO2 frazionato il sopracciglio si solleva, la palpebra si rialza e le rughe si distendono; persino borse e occhiaie appaiono meno accentuate.

Laser CO2 frazionato contro le smagliature
Eccoci ad un altro tasto dolente, uno tra gli inestetismi più difficili da combattere: le smagliature. Si tratta di un’imperfezione cutanea tra le più diffuse, che colpisce indistintamente donne e uomini e che, seppure difficile da eliminare, peggiora con facilità.
Fortunatamente, il laser CO2 frazionato permette una decisa riduzione delle smagliature e in alcuni casi persino la loro scomparsa. Saranno necessarie più sedute durante le quali avverrà la rigenerazione della cute e i margini della smagliatura si avvicineranno, rendendola sempre meno evidente.
Molto dipende ovviamente dallo stato dell’inestetismo, se in fase iniziale o avanzata.
Ablativo o non ablativo?

Spesso, quando si sente parlare di laser in ambito estetico, il loro nome è associato ai termini ablativo o non ablativo. Ma cosa significano?
Abbiamo detto che per operare un ringiovanimento cutaneo il laser crea una sorta di micro-danneggiamento dell’epidermide, anche detto ablazione. Questo danno spinge la cute a rinnovarsi, riparando la lesione e sostituendola quindi con tessuto sano e nuovo. Il metodo ablativo, quindi, agisce sia in profondità che in superficie, in tempi più brevi e con risultati più rapidi ed evidenti. Tuttavia, è previsto il ricorso a medicazioni, le quali devono essere molto accurate per evitare l’insorgenza di effetti collaterali piuttosto spiacevoli .
Al contrario, un laser non ablativo punta esclusivamente agli strati inferiori della pelle per contrarre le fibre di collagene già presenti e stimolare la formazione di neo-collagene. La superficie cutanea rimane quindi intatta ed il ritorno alle proprie attività quotdiane è pressoché immediato. Allo stesso tempo però, i risultati sono più modesti e richiedono tempistiche più lunghe oltre ad un numero di sedute spesso più elevato.
Il ricorso ad uno o all’altro tipo di laser dipende da molti fattori: tipo, gravità ed estensione dell’inestetismo, tipo e qualità della cute, risultati sperati, impegni lavorativi e sociali, e così via.

Ad ogni modo, la scelta di sottoporsi ad un trattamento laser non può essere affrontata da soli, ma è fondamentale richiedere un consulto specialistico durante il quale il nostro medico estetico saprà senza dubbio indirizzarvi verso la soluzione più adatta alle vostre esigenze.